SAN SECONDO FERMA IL FENICE

20180406_203511

Un time out della squadra suzzarese.

Ci pensa il Basket San Secondo di Coach Ciciliato a regalare la prima delusione nei Playoff alla banda terribile di Simone Falavigna. Un 66-59 a sfavore dei nostri doloroso che, se è vero che non compromette il cammino dei gialloazzurri nella scalata alla A2, suona come un campanello di allarme lungo il percorso finora netto dei suzzaresi in questa post season, e li mette nella condizione di doversi giocare buona parte delle chances di qualificazione alle Semifinali nelle prossime due gare.

Gli avversari offrono al Fenice una zona attenta e continua, a tratti bulgara, che ha nei raddoppi sistematici e nelle doti difensive e realizzative del numero 4 D’Agnano, i suoi punti di forza, evidenti sin dalle prime battute dell’incontro. Dalla sua, però, il Suzzara ha sempre la forza del suo pacchetto di lunghi, anche se purtroppo la squadra si presenta all’appuntamento con assenze importanti (Zanoni, Castagnoli e Vezzani su tutti), che ne limitano soprattutto l’efficacia offensiva.

La partenza, per i nostri, è con il piede giusto: nonostante la zona avversaria, Bocedi e Manfredini scaldano bene i motori e nel primo quarto il Suzzara è avanti sul +5, che appare un bel biglietto da visita su come indirizzare la gara. Gli avversari, invece, rialzano la testa, e con tre triple di fila, si regalano il sorpasso (20-19), che purtroppo durerà per tutta la partita, in quanto i gialloazzurri non riusciranno più a rimettere la testa avanti nel prosieguo del match.

D’Agnano vola (31 punti totali, di cui 16/21 di squadra nel terzo quarto), sfruttando in contropiede gli errori delle geometrie offensive dei suzzaresi – perlomeno annebbiate in questa serata – e a complicare tutto ci si mettono il nervosismo e la situazione falli: Menfredini arriva presto a 4, Sereni si vede sanzionare un fallo tecnico, Ronchetti presto arriva a 5.

A dieci minuti dalla fine, il Fenice è sotto (45-37), in situazione difficile, ma ancora non compromessa. Tre triple firmate Pecchini e Falavigna, con un grandissimo lavoro sotto le place di Manfredini regalano l’ultima speranza (55-54 con 1’40” da giocare), purtroppo due errori banali nei possessi decisivi regalano 4 punti facilissimi a Gualazzini, fino a quel punto in ombra, e spaccano la partita. Bocedi, Pecchini e Manfredini sono gli ultimi ad arrendersi, ma oramai la frittata è fatta: il Basket San Secondo vince meritatamente l’incontro e rilancia le proprie possibilità di qualificazione, il Suzzara invece deve rivedere i propri progetti, e giocarsi il tutto per tutto nelle ultime due giornate del Girone Playoff.

BASKET SAN SECONDO 66 — SUZZARA FENICE BASKET 59
(10-15, 24-23, 45-37)

SUZZARA FENICE BASKET: Pecchini 9, Ronchetti 6, Cerchiari 4, Bocedi 9, Manfredini 13; Staffetta, Sereni 8, Falavigna (Cap.) 9, Gutierrez, Barozzi, Rovesti 1. V. All.re: Michele Corradi.

NOTE: Punti dalla panchina: BSS 33, SZR 18.
Falli: BSS 20, SZR 22.
T3p: BSS 4 (Filippi 3, D’Agnano), SZR 4 (Pecchini 2, Ronchetti, Falavigna)
Usc. 5 Falli: Romero, Palumbo (BSS), Ronchetti (SZR).
F. Tecnico: Sereni (SZR).

PARZIALI 10-15, 14-8, 21-14, 21-22.